Lo sapevi che:

Illustrazione di una pagina web generica con all’interno una x rossa

Il 98% dei siti è inaccessibile?
Illustrazione di una pagina web generica con all’interno l’icona di un uomo in sedia a rotelle

Il 20% della popolazione ha una disabilità?

Molti paesi hanno già incorporato l’accessibilità web nella legislazione vigente

LEGISLAZIONE

Le WCGAC 2.1

La WCAG 2.1 è una guida di 1.000 pagine che spiega come i siti web accessibili dovrebbero apparire e funzionare per le persone con disabilità, un gruppo che comprende circa il 20% della popolazione mondiale.

Le WCAG coprono le esigenze di una vasta gamma di disabilità, in particolare le persone non vedenti e il loro uso di screen-reader come JAWS, NVDA e Voiceover, le persone con disabilità motorie e le loro necessità per la navigazione da tastiera, le persone che soffrono di epilessia, daltonismo, disabilità cognitive e di apprendimento e altri disturbi visivi.

Scopri di più
LEGISLAZIONE

L'EAA

Nel 2010, i funzionari dell’UE hanno adottato le WCAG 2.0 Level AA come obbligatorie per tutti i siti ufficiali dell’UE, estendendole a tutte le piattaforme web del settore pubblico e includendo le WCAG 2.1 nel 2016.

L’U.E. ha adottato le WCAG 2.1 come standard per il nuovo European Accessibility Act (EAA), che diventerà legge nel 2025.

Scopri di più
LEGISLAZIONE

La Legge Stanca

La legge di riferimento per l’Accessibilità digitale è la Legge n. 4 del 9 gennaio 2004 (Legge Stanca).

Nel 2018, con il Decreto legislativo n. 106 che modifica ed aggiorna la Legge n.4/2004, l’Italia ha recepito la Direttiva UE 2016/2102, rivolta a migliorare l’accessibilità dei siti web e delle app mobili nel settore pubblico di ciascun Stato Membro.

Scopri di più
RESPONSABILITà

L’inosservanza è punibile dalla legge

L’art. 9 della c.d “Legge Stanca”, attribuisce ai “dirigenti responsabili” (Art. 9 co. 1) dei Soggetti Erogatori Pubblici la responsabilità relativa all’osservanza delle norme.

La norma continua statuendo che l’inosservanza da parte dei Soggetti Erogatori Privati delle predette disposizioni viene accertata e sanzionata dall’AgID (fermo restando il diritto del soggetto discriminato di agire personalmente).

Chi deve essere accessibile:

In Italia, in base alla c.d. “Legge Stanca” che recepisce lo “European Accessibility Act”, già dal 23 settembre 2020 viene richiesta piena conformità agli standard delle WCAG 2.1 alle seguenti categorie:

  • Pubbliche amministrazioni
  • Enti pubblici economici
  • Aziende Private Concessionarie di Sevizi Pubblici
  • Aziende Municipalizzate Regionali
  • Enti di Assistenza e di Riabilitazione Pubblici
  • Aziende di Trasporto
  • Aziende di Telecomunicazione
  • Aziende appaltatrici di servizi informatici
  • Organismi di diritto pubblico
  • Tutti i soggetti che usufruiscono di contributi pubblici o agevolazione per l’erogazione dei propri Servizi tramite sistemi informativi o internet
  • Grandi aziende (con fatturato superiore ai 500 milioni di euro)
Rendi il tuo sito accessibile
certificato

Proteggiti con il certificato!

Nell’interfaccia di AccessiWay troverete un testo utilizzabile per compilare la vostra Dichiarazione di Accessibilità richiesta dall’AgID. Questo è un testo consultabile da tutti, in cui vengono spiegate le sistemazioni apportate da AccessiWay per rendere il sito accessibile.

Scarica un esempio

Scopri se il tuo sito web è accessibile!

Analizza il tuo sito