European accessibility Act

Lo European Accessibility Act (EAA) è una legge approvata dall’U.E. nell’aprile 2019 per richiedere l’accessibilità di prodotti e servizi digitali.

L’EN 301549 è un documento programmatico prodotto dall’European Telecommunications Standards Institute (ETSI), l’agenzia E.U. che regola la sfera digitale.L’EN 301549 definisce gli standard ufficiali per l’accessibilità web in Europa.

Quando sono entrati in vigore l’EAA e l’EN 301549?

La definizione di una politica europea in materia di accessibilità al web è stata un processo lungo e complicato. A partire dai primi anni 2000, le autorità dell’U.E. hanno preso decisioni politiche che rispondono alle esigenze dei cittadini con disabilità.

  • Nel 2006, la Dichiarazione ministeriale di Riga fissa la piena accessibilità al web come obiettivo negli anni a venire.
  • Nel 2010, la European Disability Strategy (EDS) e il Mandate 376 Accessible ICT Procurement Toolkit sono stati approvati per armonizzare i requisiti di accessibilità per tutti gli Stati Membri.
  • Nel 2015, la prima versione della EN 301549 è stata rilasciata dall’ETSI per stabilire standard di accessibilità per il settore privato.
  • Nel 2016, la direttiva sull’accessibilità del Web ha imposto a tutti i servizi pubblici ufficiali di rendere i loro siti web e le loro applicazioni mobili accessibili agli utenti disabili.
  • L’ultima versione della EN 301549 è stata rilasciata nel 2018, sulla base delle Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) del World Wide Web Consortium (W3C).
  • È stato progettato per riflettere altri protocolli nazionali e internazionali come la Section 508 degli Stati Uniti. Tuttavia, gli standard non sono stati applicati dalla legge fino all’approvazione dell’EAA nel 2019.
  • L’EAA è entrato in vigore nel 2019. Dalla fine del 2020 impone a varie categorie di imprese (per tutti i servizi pubblici e per le grandi imprese private), che offrono dei servizi online, di renderli del tutto accessibili. L’EAA concede alle imprese private 5 anni per soddisfare questi requisiti, fino al 28 giugno 2025.

Quali sono i requisiti dell’EAA?

L’EAA non definisce standard di accessibilità specifici o requisiti di conformità. Questo perché vuole lasciare flessibilità all’interno della legge.

Il Fact Sheet ufficiale dell’EAA afferma che la legge “non imporrà soluzioni tecniche dettagliate che dicano come rendere” un sito conforme, anche se si possono trovare requisiti generali ed esempi non vincolanti all’interno della legislazione.

Ad esempio, l’EAA richiede che nessun sito web o servizio digitale sia limitato a un’unica modalità di interazione, per cui i contenuti audio devono essere accessibili anche attraverso didascalie e testi scritti attraverso un lettore di schermo.

Nella pratica, ci sono molte indicazioni che le aziende devono rispettare negli standard della norma EN 301549. Ad esempio, è molto importante che le autorità di regolamentazione nazionali consultino il documento ufficiale dell’UE che definisce l’accessibilità al web quando valutano la conformità di un sito.

  • In secondo luogo, la norma EN 301549 è stata ripetutamente citata nella fase precedente alla codificazione dell’EAA, come nel testo della proposta di legge.
  • Infine, il Forum europeo sulla disabilità (EDF), che è uno dei principali sostenitori non governativi dell’EAA, ha formulato diverse raccomandazioni formali in base alle quali la norma EN 301549 dovrebbe costituire la base della legge E.U. sull’accessibilità. Considerando che l’EDF è stato uno dei principali consulenti per la formulazione dell’EAA, è quasi certo che le autorità di regolamentazione seguiranno gli orientamenti del gruppo anche su questo punto.

A quali prodotti e servizi si applica l’EAA?

L’EAA è deliberatamente progettato in modo che non sia una legge generale che colpisce tutte le industrie. L’EAA definisce chiaramente quali categorie di prodotti e servizi sono soggetti alla nuova legge. Fra questi sono compresi:

  • Computer e sistemi operativi
  • Servizi telefonici e relative apparecchiature
  • Servizi di media audiovisivi, quali la radiodiffusione televisiva e le relative apparecchiature di consumo
  • Servizi connessi al trasporto aereo, a mezzo autobus, ferroviario e ad altri trasporti di passeggeri
  • Servizi Bancari
  • eBooks
  • eCommerce

Anche se originariamente è rivolto a gruppi pubblici e governativi, riguarda anche le imprese private. Le aziende che forniscono servizi per le agenzie governative in Europa dovranno essere sicure che i loro standard di accessibilità siano adeguati. L’EAA richiede inoltre che tutti i servizi di business online siano accessibili alle persone con disabilità.

Per saperne di più

Quello che spieghiamo nella sezione ‘Compliance’ non è che l’inizio di una lunga quanto importante mole di informazioni legate alle normative sull’accessibilità web. La nostra missione è semplificarne la comprensione.

Consulta questi documenti per approfondire il tema e contattaci per rendere il sito accessibile e conforme: siamo qui per te!

Direttiva 2019_882. All II

Modello dichiarazione di accessibilità

Linee guida AgID 23/07/2020

Requisiti di accessibilità per prodotti e servizi. Direttiva 2019_882

Modello di autovalutazione

Scopri se il tuo sito web è accessibile